This is not propaganda

Pizziolo, M & Ravasio, R 2013, This is not propaganda. Arte contemporanea italiana. Collezione Antonio Stellatelli, L’Artistica, Savigliano.

Le coordinate di questa collezione sono geografiche e generazionali. Dedicata all’arte italiana contemporanea, la collezione di Antonio Stellatelli, curata da Marina Pizziolo e Romano Ravasio, accoglie infatti dipinti, sculture e fotografie realizzate da 43 artisti italiani nati dal 1960 in poi. Ne esce un’originale mappatura della situazione artistica italiana, che conserva le tracce di un percorso di studio appassionato e personale.Tra gli artisti presenti nella raccolta, Giovanni Frangi, Federico Guida, Andrea Mastrovito, Alessandro Papetti, Luca Pignatelli, Velasco, Andrea Bianconi, Gehard Demetz, Livio Scarpella, Luca Andreoni, Olivo Barbieri, Matteo Basilè e Luisa Lambri.

“Di questa raccolta possiamo dire a voce alta, anzi possiamo canticchiarlo, facendo il verso a Sehgal: ‘This is not propaganda’. Questa raccolta non è una macchina pubblicitaria, per fare denaro. Dentro c’è il sogno di un uomo, il collezionista, e di tanti uomini e donne, gli artisti, che insieme, con i loro dipinti le loro sculture le loro foto hanno composto un mosaico di un futuro così breve, che è già stato”.

Il libro è stato presentato all’Istituto Italiano di Cultura di New York e New Delhi, con due conferenze dedicate alle ragioni del collezionare arte. Qui sotto la versione integrale del libro. Sfogliando le 280 pagine dell’eBook, potrete leggere il saggio di Marina Pizziolo, la lunga intervista al collezionista e vedere le 340 opere. Una vera e propria visita guidata che vi farà scoprire una ricca collezione privata, non accessibile al pubblico.

New

Romano Ravasio e il collezionista indiano Anurag Khanna, conferenza all’Istituto Italiano di Cultura di New Delhi

Marina Pizziolo e Antonio Stellatelli, in basso a sinistra, con alcuni degli artisti della collezione. In alto da sinistra, Giovanni Frangi, Velasco, Luca Pignatelli, Federico Guida, Marco Cingolani, Livio Scarpella, Paolo Schmidlin, Barbara Nahmad, Alessandro Papetti, Marco Cornini e Rita Stellatelli, moglie del collezionista