Pizziolo, M & Ravasio, R 2013, This is not propaganda. Arte contemporanea italiana. Collezione Antonio Stellatelli, L’Artistica, Savigliano.

Dedicata all’arte italiana contemporanea, la collezione di Antonio Stellatelli, curata da Marina Pizziolo e Romano Ravasio, accoglie dipinti, sculture e fotografie realizzate da artisti italiani nati dal 1960 in poi. Ne esce un’originale mappatura della situazione artistica italiana. Il libro è stato presentato a New York e a New Delhi.


Pizziolo, M & Ravasio, R 2012, The Indian Renaissance. A research project on the new frontiers of art, L’Artistica, Savigliano.

Il libro presenta una panoramica delle ultime opere di arte indiana contemporanea entrate nella collezione Stellatelli, curata da Marina Pizziolo e Romano Ravasio. L’India sta vivendo in questi anni uno straordinario Rinascimento: dal punto di vista artistico, culturale ed economico. Questa collezione in progress, che presentiamo come testimonianza di un progetto, di un viaggio appena iniziato, vuole essere un omaggio italiano all’energia Indiana.


Pizziolo, M & Ben Jelloun, T 2011, Ettore de Conciliis pittore. La natura e la pace, Parlamento Europeo di Bruxelles, Il Cigno, Roma.

Monografia pubblicata in occasione della mostra ordinata nella sede del parlamento Europeo, a Bruxelles. Marina Pizziolo e Tahar Ben Jelloun compongono un doppio ritratto di Ettore de Conciliis.


Pizziolo, M & Ravasio, R 2009, Zhang Dali. Il fascino proibito della nuova Cina, Argo, Torino.

Catalogo della mostra realizzata a Torino nel Palazzo della Provincia. Presenta una straordinaria selezione di opere di uno dei più grandi artisti contemporanei cinesi: opere acquisite da una collezione privata torinese curata da Marina Pizziolo e Romano Ravasio.


Pizziolo, M & Pratesi, F 2009, Il parco della pace. Ettore de Conciliis, Consiglio Regionale del Lazio, Roma.

Monografia edita in occasione della presentazione del Parco della Pace, complessa opera di land art realizzata a Roma da Ettore de Conciliis. Il vasto intervento plastico architettonico è un’opera corale, che ha il suo epicentro concettuale nel dialogo di tre grandi sculture in pietra, simboleggianti le tre principali religioni monoteiste.


Barbera, L & Pizziolo, M 2009, Migneco europeo, Silvana Editoriale, Milano.

Catalogo dell’antologica realizzata nell’ambito del Festival di Taormina. Presenta un’approfondita rilettura dell’opera di Giuseppe Migneco, sottolineandone per la prima volta il profondo legame con la cultura europea. Le suggestioni di Van Gogh e Bacon alimentano la forte originalità del linguaggio di un artista “isolano, ma non isolato”.


Pizziolo, M & Sgarbi, V 2008, Corrente. Le parole della vita, Skira, Milano.

Catalogo della grande antologica dedicata al movimento di Corrente, realizzata a Milano, a Palazzo Reale. Nel 1943, quando su Milano incombe l’incubo dei bombardamenti, Ernesto Treccani, fondatore del movimento, aveva scritto: “Ho in mente un quadro, che dovrà essere pieno di vita e di morte. Neri, bianchi, grigi, e qualche rosso come un lampo. Dobbiamo parlare agli uomini le parole della vita”.


Pizziolo, M & Ravasio, R 2007, Arte italiana contemporanea. New Entries, Arte-2000, Milano.

Catalogo della mostra realizzata a Milano dedicata alle ultime acquisizioni, le New Entries, della collezione Stellatelli, curata da Marina Pizziolo e Romano Ravasio. Le New Entries sono dieci artisti, tra i ventiquattro e i trentadue anni, comparsi sulla scena artistica italiana sul filo del nuovo millennio.


Pizziolo, M & Sgarbi, V 2006, Antologia della figurazione contemporanea. Italia: le ultime generazioni. 1, Skira, Milano.

Prima tappa di una vasta panoramica sulla figurazione contemporanea. Uno spregiudicato sguardo a ritroso sul nostro tempestoso novecento, sulle sue battaglie ideologiche, combattute sulla barricata della modernità. Una modernità pagata troppo spesso con un ingiusto silenzio sulla ricerca di tanti artisti aderenti alla poesia della realtà.


Pizziolo, M 2006, Carlo Levi. Pitture del confino e ritratti, De Angelis, Avellino.

Uno straordinario viaggio attraverso l’opera di uno dei più fini intellettuali del novecento. Cresciuto nell’effervescente clima della Torino degli anni venti, Carlo Levi ha potuto essere tante cose: medico, narratore, saggista, politico, pittore. Un’occasione per riscoprire un artista che ha riconosciuto nel mondo contadino “la nera adolescenza dei secoli pronti ad uscire e muoversi”.


Pizziolo, M & Vanni, A 2005, Arturo Carmassi. 1980-2005, Luciano Vanni Editore, Terni.

Monografia realizzata in occasione della grande mostra ordinata alla Fondazione Bandera durante la direzione di Marina Pizziolo. Presenta un’affascinante ricostruzione del percorso artistico di uno dei protagonisti della scena artistica europea.


Pizziolo, M 2005, Ettore de Conciliis. Opere 1979-2005, Skira, Milano.

Monografia che documenta il passaggio di de Conciliis dalla dimensione collettiva del murale politico a quella privata della tela. Nella vicenda di questo artista è inscritta quella di un’intera generazione di intellettuali che hanno vissuto il fallimento dell’utopia.


Pizziolo, M & Sciaccaluga, M 2005, Barbara Nahmad. Yesterday now, Fondazione Bandera, Busto Arsizio.

Catalogo della mostra realizzata alla Fondazione Bandera durante la direzione di Marina Pizziolo. Una serie di straordinari ritratti dei protagonisti degli anni sessanta. Ideali frammenti di giganteschi manifesti, strappati da una mano irriverente per comporre un mosaico che è quello di un’epoca che è stata il lievito mentale della nostra.


Pizziolo, M 2005, Il cenacolo verde. Cassinari, Migneco, Morlotti, Sassu, Treccani in Brianza, Bellavite, Missaglia.

Attraverso lo studio di opere e documenti, la rivelazione di un crocevia ideale, trovato in Brianza, alle porte di Milano, da cinque tra i protagonisti della scena artistica italiana tra il 1940 e il 1990. Un luogo naturale che diviene metafora di un dialogo possibile.


Pizziolo, M 2005, Viaggio al termine della notte. Roberto Coda Zabetta e Giovanni Manfredini, Skira, Milano.

Catalogo della mostra realizzata alla Fondazione Bandera durante la direzione di Marina Pizziolo. Un coinvolgente duello tra due giovani artisti italiani, sempre più apprezzati sulla scena internazionale come qualificati interpreti di un disagio del vivere che è il dramma sordo del nostro tempo.


Chiappini, R & Pizziolo, M 2004, Aligi Sassu, MAN, Nuoro.

Catalogo della mostra realizzata in Sardegna al Museo MAN. Presenta una ricostruzione antologica dell’opera pittorica di Aligi Sassu. Uno dei protagonisti della scena artistica italiana del novecento. Dagli anni della giovanile militanza futurista a quella professione di fede nel realismo che caratterizzerà tutta la sua ricerca.


Pizziolo, M 2004, Dino Lanaro e gli artisti di Corrente, Mazzotta, Milano.

Catalogo della mostra realizzata a Roma, nelle sontuose sale di Castel Sant’Angelo. Presenta una ricostruzione storica dell’opera pittorica di Dino Lanaro, all’interno del movimento di Corrente. Uno dei movimenti più importanti dell’arte italiana del novecento.


Pizziolo, M 2004, Il corpo e l’anima. Federico Guida e Paolo Schmidlin, Skira, Milano.

Catalogo della mostra realizzata alla Fondazione Bandera durante la direzione di Marina Pizziolo. Questo avvincente confronto tra il pittore Guida e lo scultore Schmidlin ha inaugurato una serie di duetti tra artisti italiani emergenti.


Pizziolo, M 2003, Ernesto Treccani e il movimento di Corrente, Skira, Milano.

Catalogo della grande mostra realizzata alla Fondazione Bandera durante la direzione di Marina Pizziolo. Il catalogo offre un’accurata ricostruzione antologica dell’intero percorso di Ernesto Treccani, uno dei protagonisti della cultura italiana del novecento, tra pittura, scultura e poesia.


Pizziolo, M 2003, Pablo Santibañez Servat ¡Hola muerte!, Galleria Marieschi, Milano.

Catalogo della mostra realizzata a Milano, nelle sale del Museo Treccani durante la direzione di Marina Pizziolo, nell’ambito del progetto Osservatorio, un programma di mostre volte a presentare giovani artisti emergenti internazionali.


Pizziolo, M 2003, Donato Frisia. L’ultima stagione: 1935-1953, Bellavite, Merate.

Catalogo della mostra realizzata nelle sale di Villa Confalonieri, a Merate. Propone una rilettura dell’ultima stagione pittorica di Donato Frisia, artista italiano autore di una straordinaria galleria di paesaggi, figure e nature morte.”Ho sempre in studio, sul cavalletto, un autoritratto per scoprire un problema morale e, su un altro cavalletto, una natura morta per risolvere un problema tecnico”, confidava l’artista nel 1948 al critico Orio Vergani.


Pizziolo, M 2002, Mauro Betti, Il Ponte, Firenze.

Esplorazione della pittura di Mauro Betti, artista italiano che ha saputo compiere un originale percorso tra iconico e non iconico.


Crispolti, E & Pizziolo, M 2000, Renato Guttuso. Spes contra spem. I capolavori della Fondazione Pellin, Electa, Milano.

Monografia che annuncia la costituzione della Fondazione Francesco Pellin. Dedicata allo studio e alla divulgazione dell’opera di Renato Guttuso, la Fondazione fu realizzata grazie all’impegno di Marina Pizziolo, che la diresse poi per quattro anni.


Pizziolo, M 2000, Arturo Carmassi. Collages e sabbie 1977-1994, Istituto Italiano di Cultura, Bruxelles.

Catalogo della mostra realizzata a Bruxelles, dedicata a uno dei protagonisti della scena artistica italiana del dopoguerra.


Pizziolo, M 1999, Aligi Sassu. Antologica 1927-1999, Skira, Milano.

L’ampio catalogo, a cura di Marina Pizziolo, ricostruisce la complessa vicenda artistica di Sassu e contiene vari saggi, tra cui quello di Antonio Paolucci sulla pittura, di Carlo Pedretti sulle opere monumentali, di Paolo Moreno sulla scultura e di Giancarlo Bojani sulla ceramica. Vi sono documentate tutte le opere esposte all’ultima grande antologica realizzata a Firenze a Palazzo Strozzi, poco prima della morte di Sassu.


Pizziolo, M 1999, Ernesto Treccani. Anni novanta. Opere dalla collezione Brambati, Brainframes, Imbersago.

La vastissima collezione Brambati, curata da Marina Pizziolo e Romano Ravasio, offre una visuale unica per esplorare la produzione pittorica di Treccani degli anni novanta.


Pizziolo, M & Manciet, B 1999, Carmassi. Opere recenti, Il Ponte, Firenze.

Monografia edita in occasione della mostra ordinata a Firenze, nelle sale di Palazzo Vecchio. Con estrema coerenza, Carmassi eleva il suo grido laico contro il dolore del vivere. Preziosa testimonianza di un’originale ricerca artistica.


Pizziolo, M 1999, Giovanni Paganin. Sculture 1940-1985, Skira, Milano.

Catalogo della più grande ricostruzione antologica della scultura di Giovanni Paganin, artista di primo piano nella scena artistica milanese del dopoguerra. La mostra fu ordinata al Museo della Permanente di Milano.


Pizziolo, M & Menato, G 1998, Carmassi. 1950-1998, Edizione Il Ponte, Firenze.

L’accurata ricostruzione del lungo percorso artistico di uno dei protagonisti della seconda metà del novecento.


Pizziolo, M 1998, Corrente e oltre. Opere dalla collezione Stellatelli. 1930-1990, Charta, Milano.

Catalogo della mostra ordinata a Milano, al Museo della Permanente. La collezione Stellatelli offre un angolo visuale unico per cogliere, nell’arco di tempo compreso tra il 1930 e il 1990, il percorso di quindici artisti che hanno partecipato al movimento di Corrente. Nel percorso di questi artisti è iscritto quello di sessant’anni dell’arte italiana.


Pizziolo, M 1998, La Milano dei Brambilla e di Buzzati. Tre amici nel naufragio dei giorni, Gallone Editore, Milano.

Affascinante ricostruzione dell’amicizia che legò per tutta la vita Dino Buzzati ai fratelli Arturo e Alberto Brambilla. Attraverso un corpus straordinario di lettere inedite vengono portate alla luce tre straordinarie figure di intellettuali. Il più noto, Dino Buzzati, si rivela in una dimensione diversa, privata. Un uomo che senza pudori si racconta ai suoi amici.


Pizziolo, M 1998, Giovanni Frangi. Demasiado tarde, Galleria Aldo Mari, Imbersago.

Catalogo della mostra dedicata al vincitore del Premio Morlotti Imbersago 1997. Premio ideato e diretto per quasi un decennio da Marina Pizziolo, come osservatorio della scena artistica italiana.


Pizziolo, M 1998, Marco Petrus. Lo spazio del tempo, Galleria Aldo Mari, Imbersago.

Catalogo della mostra dedicata al vincitore del Premio Morlotti Imbersago 1998. Premio ideato e diretto per quasi un decennio da Marina Pizziolo, come osservatorio della scena artistica italiana.


Pizziolo, M 1998, Corrente. Opere su carta 1938-1945, Fondazione Corrente, Milano.

Catalogo della mostra realizzata a Milano, alla Fondazione Corrente come approfondimento della grande antologica ordinata in contemporanea al Museo della Permanente, sempre curata da Marina Pizziolo.


Pizziolo, M 1997, Donato Frisia: differita di un evento, Galleria Mari, Imbersago.

Ristampa anastatica della monografia pubblicata nel 1954 in occasione della mostra commemorativa di Donato Frisia, ordinata alla Civica Galleria d’Arte Moderna di Milano. Preceduta da un saggio di Marina Pizziolo, questa ristampa metteva a disposizione del pubblico attento dei collezionisti e dei bibliofili un documento assolutamente introvabile.


Chiappini, R & Pizziolo, M 1997, Opere d’arte della città di Lugano. Fondazione Aligi Sassu, Skira, Milano.

Il catalogo presenta l’intero corpus delle opere della Fondazione Aligi Sassu, costituita a Lugano per volontà dell’artista. La fondazione accoglie l’enorme collezione personale dell’autore.


Pizziolo, M 1996, Attracchi, Brainframes, Imbersago.

Catalogo della manifestazione svoltasi ad Agrate Brianza, alle porte di Milano, nel 1996. Per tre giorni il Palazzo comunale venne alterato da ventuno installazioni di artisti internazionali, proponendo una provocatoria babele di linguaggi artistici.


Pizziolo, M & Proterra, R 1996, Le maioliche di Castelli d’Abruzzo, La Piazza, Robbiate

Attraverso l’analisi dell’opera di cinque grandi artisti contemporanei il libro offre altrettanti scorci sulle nuove possibilità interpretative della ceramica castellana.


De Micheli, M, Pizziolo, M & De Michelis, M 1995, Le ragioni della libertà. A cinquant’anni dalla Resistenza, Vangelista, Milano.

Catalogo della grande mostra di pittura, scultura, architettura e teatro svoltasi alla Triennale di Milano nel 1995. Evento, inaugurato dal Presidente della Repubblica, nel quale sono culminate le celebrazioni italiane per il cinquantesimo anniversario della Liberazione.


Colombo, N & Pizziolo, M 1995, Mondonico: le ragioni di un incontro. Gola, Frisia, Carpi, Brambilla, Nuova Galleria Carini, Milano.

Il libro offre il risultato di un’originale ricerca condotta da Marina Pizziolo su Mondonico, piccola località della Brianza, alle porte di Milano, che per varie ragioni venne eletta da un gruppo di artisti attivi nella prima metà del novecento come “santuario del colore”.


De Grada, R & Pizziolo, M 1994, Ennio Morlotti. Opere 1940 – 1990, Museo delle Arti e Galleria d’Arte Moderna Palazzo Bandera, Busto Arsizio.

Catalogo della prima rassegna antologica ordinata a Palazzo Bandera poco dopo la morte di Ennio Morlotti, uno dei protagonisti della pittura italiana del novecento.


Colombo, N & Pizziolo, M 1994, Donato Frisia, Archivi d’Arte Lombarda, Milano.

L’approfondito studio storico-critico condotto da Marina Pizziolo sull’opera di Donato Frisia, attraverso la presentazione di numerosissimi inediti, rivela l’originalità di un artista di forte modernità. Apprezzato nella prima metà del novecento da artisti come Amedeo Modigliani o Braque.


Pizziolo, M 1994, Di-segno opposto. Opere su carta di Ennio Morlotti, Fondazione Corrente, Milano.

Preziosa edizione numerata realizzata a Milano dalla Fondazione Corrente, presenta un’accurata analisi delle opere su carta di Ennio Morlotti.


Pizziolo, M 1992, Donato Frisia. L’invenzione del vero, Bolis, Bergamo.

La prima ricostruzione storico critica della figura di Donato Frisia, artista lombardo attivo nella prima metà del novecento. Apprezzato da artisti come Braque o Amedeo Modigliani, che gli dedicò ben cinque ritratti.


Pizziolo, M 1991, Artéfici, non artefìci. Arte russa contemporanea, Proserpia, Milano.

Catalogo di una delle prime rassegne dedicate all’arte russa contemporanea, svoltasi in Italia dopo la Perestrojka. Realizzata sotto l’egida dell’Accademia delle Scienze Sovietica e del Ministero della Cultura della Federazione Russa, presenta un’appassionante esplorazione della scena moscovita.